32 - STAR BENE‎ > ‎

Olio di palma

                     OLIO DI PALMA

         L'utilizzo dell'olio di palma nell’industria  alimentare (soprattutto dolciaria) è molto diffuso ed è difficile  trovare sul mercato prodotti  che  non lo contengano. Nel 2007 la sua  produzione ammontava a  28 milioni di tonnellate di produzione globale per cui risultava il secondo olio commestibile più prodotto, dopo l'olio di soia.
          L'olio di palma e l'olio di semi di palma  sono oli vegetali saturi non idrogenati ricavati dalle palme da olio: da queste  si  ricavano  olio di palma (dal frutto)  e olio di palmisto (dai suoi semi): entrambi sono solidi o semi-solidi a temperatura ambiente e, con un processo di frazionamento, si possono separare la componente liquida (olio di palma bi-frazionato) usata per la frittura) e quella solida. 

            I potenziali danni sono soprattutto a carico dei bambini poiché questi consumano con più frequenza prodotti che lo contengono e sono pertanto più predisposti all’obesità ed a patologie importanti, come ha rilevato uno studio effettuato dalle Università di Bari, Pisa e Padova con la collaborazione della Società Italiana di Diabetologia. Questo studio ha rilevato che: l’olio di palma risulta essere il responsabile della distruzione delle cellule del pancreas preposte alla produzione di insulina, con conseguenti sviluppo di patologie gravi come il diabete mellito

            L’olio di palma si trova in moltissimi alimenti confezionati e spesso è anche uno dei primi ingredienti, quelli cioè presenti in maggiore quantità. 
            La maggior parte degli alimenti che lo contengono è consumata dai bambini: merendine, biscotti, cracker, grissini, gelati e persino alimenti per neonati (biscotti e latte in polvere). La nota crema spalmabile Nutella ha l’olio di palma tra i suoi principali ingredienti: il ministro socialista francese Ségolène Royal, l’ha addirittura additata pubblicamente tra i prodotti da non consumare poiché ritenuto dannoso.

            L’attenzione nei confronti di questo ingrediente è molto cresciuta negli ultimi anni e, mentre una volta sulle etichette dei prodotti era sufficiente scrivere “contiene oli e grassi vegetali”, oggi è obbligatorio indicare l’olio di palma, così utilizzato soprattutto perché economico.

             È anche un componente di molti saponi, prodotti alimentari, polveri detergenti e prodotti per la cura della persona e per questi utilizzi vengono spesso usati i saponi di sodio o potassio e gli esteri semplici dei suoi acidi grassi come il palmitato di isopropile.